SOILWORK - The Chainheart Machine

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: franz

Questo utente ha pubblicato 1632 articoli.

Soilwork The Chainheart Machine(Svezia – Listenable/1999 – Swedish Death Metal)

 

Dopo essersi fatti notare con il pesantissimo esordio “Steelbath Suicide”, i Soilwork imprimono violentemente il loro personale marchio all’interno della scena swedish death metal alla In Flames, con un sound graffiante ma, al tempo stesso, ricco di sfumature melodiche, in cui la parte da leone la fanno i funambolici ghirigori chitarristici del duo Wichers-Frenning, dal sapore hard rock anni ‘70 ineccepibile. Pur non sfruttando ancora le sue valevoli linee vocali pulite, il singer Speed Strid adotta growling vocals piuttosto energiche, che accrescono la potenza dell’album. L’epicità travolgente della fluttuante “Spirit Of The Future Sun” condensa in sei minuti tutta l’artisticità dei Soilwork: sofferenza e rabbia, dolcezza e furia per uno dei miglior act svedesi in circolazione.