Acuarela, il Blog

TODOS JUNTOS CONTRA EL TRABAJO INFANTIL

Scritto da: serena

Questo utente ha pubblicato 27 articoli.

In Chile esistono più di 200 mila bambini che lavorano e più di 107 mila lo fanno in condizioni inaccettabili.

Il lavoro infantile comprende tutto quel lavoro realizzato da un bambino minore di 18 anni, che lo priva della sua infanzia e dignità, pregiudica il suo sviluppo fisico e psicologico, interferisce con l’educazione obbligandolo all’abbandono prematuro o a unire lo studio con il lavoro.

Ci sono numerose forme di lavoro e tutte si basano sullo sfruttamento dei bambini, delle bambine  e degli adolescenti per mano di un adulto , in attività economiche che lo espongono ad un grave pericolo, malattie e abbandoni. Tra cui

-    SFRUTTAMENTO SESSUALE: l’utilizzo, il reclutamento o l’offerta dei bambini e delle bambine nella prostituzione, nella pornografia o in atti pornografici.

-    ATTIVITA’  ILLEGALI: l’utilizzo o il reclutamento dei bambini o delle bambine nel traffico di droga, armi o altro.

-    LAVORI PERICOLOSI: che per la loro natura potrebbero danneggiare la salute , la sicurezza o la morale del bambino o della bambina (lavoro in mina, nel mare, ai mercati…).

-    LAVORI PESANTI: per le condizioni con cui vengono svolti i lavori (per più di 8 ore , in orario notturno, senza l’igiene adeguata, senza sicurezza o i lavori che gli allontanano dalla scuola

In questa trasmissione i nostri nuovi presentatori Ricardino e Nico dicono la loro su questo importante tema.  Ci raccontano cosa è per loro il lavoro infantile e quali tipi di lavori sono costretti a fare i loro coetanei analizzando anche il perché debbano arrivare a tanto.

Lo scorso 12 di giugno si è celebrata la Giornata Mondiale Contro il Lavoro Infantile; l’Acuarela per sensibilizzare i suoi ragazzi ha organizzato un’attività sportiva di mini football invitando ogni settore in cui lavora ad armare una squadra con 2 maschi e 3 femmine. I ragazzi hanno giocato per circa due ore e ad ogni gol si leggeva un messaggio contro il lavoro infantile. Inutile dire che i ragazzi si sono divertiti un sacco e alla fine si sono goduti una “completata”.
Non perdetevela anche perché c’è un collegamento in diretta con un’altra campagna: sulla NO-VIOLENZA.
Ascoltateci numerosi.